Pagine

lunedì 27 agosto 2012

Le mie gatte

Questa è luna, appena arrivata. E' la gatta di mia sorella, appena un mese ma lo scricchiolo è davvero una peste. L'unica foto venuta bene è quella in cui dorme, altrimenti è un specie di tornado in miniatura... doveva chiamarla speedygonzalessss...

Aveva detto mai più, avendo sofferto così tanto per la morte della sua amata micia dopo 8 anni, ma non ha resistito e quindi adesso abbiamo questa piccola gattina tra noi.


Poi c'è la gatta cecata, la chiamiamo così perchè è randagia e l'abbiamo ormai adottata da anni. Da quando cioè mamma di 7 cuccioli l'abbiamo trovata sanguinante e senza un occhio che purtroppo malgrado il veterinario non siamo riusciti a salvare. Questa gatta ora è sterilizzata, ed è dolcissima, la più affettuosa di tutte le belvine che abbiamo. I suoi cuccioli si sono sparsi per i dintorni, non siamo riusciti a tenerne nemmeno uno, sono spariti. 
Lei è affamata di coccole e ormai vive con noi.
Aspetta me con ansia perchè l'ho quasi adottata, soprattutto nel mio cuore.
La mia gattona, detta anche mucchina, sembra calma e flemmatica, invece è una vera belva. Ringhia come un felino grande che si rispetti ma è tutta scena, basta non spazzolarla e diciamo che me la cavo. 
Poi c'è sissi, la gatta di mio papà. Anche lei tigrata e trovata sul ciglio di un muretto piangente. Dopo l'incidente dello scorso anno dove è stata una settimana dentro un burrone, forse presa da una macchina, è stata salvata per miracolo e adesso anche se semi paralizzata alle zampine di dietro, corre come un fulmine, anche trascinando le zampette svelta. Non ha niente di rotto ma purtroppo la muscolatura non si è mai ripresa. 

Ovviamente la pensione dei gatti non è finita quì. Abbiamo adottato anche altri randagi che semplicemente passano di notte mangiando i croccantini che lasciamo dentro alcune ciotole, sotto lo sguardo ormai quasi indifferente delle nostre gatte. C'è un gatto randagio, che chiamiamo pantera. E' bellissimo ed è enorme. Le nostre gatte lo fanno passare e a volte entra a mangiare anche dentro casa. Ci provano a fare la scena e lo seguono, ma lui è un re di altri tempi e loro non possono far altro che lasciarlo passare.

Poi non facendoci mancare niente abbiamo anche un cane randagio che ogni tanto passa e gli diamo da mangiare e coccole. E' una piccola cagnolina nera, ormai mascotte della spiaggia libera. Dove sceglie un ombrellone e i suoi occupanti, facendosi una bella buca all'ombra e mettendosi a dormire. 
Certo con tutti i barbeque che fa mio padre non mancano i bocconcini di carne rubati che ogni tanto nella cottura facciamo cadere alla corte dei gatti che si riuniscono intorno al forno. 
Un assaggio qua e la, e anche loro partecipano al banchetto.

Sopra la mia gatta svenuta nella mia roulotte, dove ogni tanto dormiamo insieme, il pomeriggio.

Stando sotto gli alberi è sempre molto fresca, più della casa che invece prende il calore del giorno e la sera diventa un forno.

Questa invece è la tavolata di ferragosto sotto il pergolato, ricordo ormai lontano di questa calda estate. Ma è stata una bella giornata passata tutti insieme, con gli amici di mio padre e noi.

Ciao estate





17 commenti:

  1. bellissima famiglia !

    i miei complimenti...
    (Banjo insiste per farti avere anche i suoi, di complimenti... eh... eh... eh... !!)

    RispondiElimina
  2. Simpaticissime scenette di vita familiare.
    Certo i gatti con gli avanzi del barbecue vanno a nozze: l'ultimo che ho avuto, un gattone rosso golosissomo, ricordo che una volta, assieme a un suo amico (il gatto dei vicini che ci veniva spesso a trovare, preciso identico la tua Mucchina, però maschio) si è spazzolato le carcasse di qualcosa come sei quaglie alla griglia; ossa, teste, zampe, non hanno lasciata una briciola. Temevo si sentissero male, invece si sono limitati a starsene sdraiati all'ombra un pomeriggio intero a digerire...
    Ciau!
    Cosimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma lo sai che hai ragione -
      io non lo sapevo che i gatti si rosicchiano le ossa - abituata a quelle di casa - scatolette e company -

      invece abbiamo dato il pollo alla gatta randagia e si è spazzolata tutto... incredibile!!

      Elimina
    2. I gatti, come tutti i felini in generale, sono i più carnivori e predatori tra i mammiferi. A furia di tenerli in casa e allevarli a pappette li abbiamo un filo snaturati, ma un gatto un po' libero sgranocchia con disinvoltura ossa più grosse delle sue, soprattutto quelle degli uccelli (polli compresi), che sono spugnose e piuttosto tenere...
      Buonanotte, tuo
      Cosimo

      Elimina
  3. bellissimo... ho voglia di un cucciolo da coccolare ma soon troppo vecchia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti capisco - mia sorella è disperata - la peste la sveglia alle 5 di mattina per giocare!!! he he

      magari una bella gattona già grande'?!!

      Elimina
  4. Si i gatti sono unici ma non disdegno i cani anzi, la mia rompiballe si sveglia alle 5 e viene a spingere qualsiasi mano mia o marito trova a penzoloni e se non rispondiamo si approppia del lenzuolo e non riusciamo più a coprirci quindi....grrrrrrr devo trovare soluzione. Il pincher di mia figlia 17 anni è stato, nonostante tutte le magagne senza fiuto, cieco e cardiopatico, operato per toglier dei denti marci le cui radici sane arrivavano fin sotto il naso e...ce l'ja fatta veterinario dice che cosi può vivere meglio perchè non s'infetta e cerca il contatto è l'unica cosa che sente. Mio nipote che è cresciuto con lui piange ora all'idea ma...ormai è molto vecchio il nostro caro Lillo. Ciao e un miao ai tuoi gatti ed un bau al cagnetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io adoro il cane di mio figlio che vive con lui e suo padre
      lo vedo raramente, ma lo adoro

      Elimina
  5. A sentir parlare di gatti mi viene tanta nostalgia per il mio gatto Pallino, che ci ha lasciati questa primavera all'età di quindici anni. Io ho sempre avuto gatti e adesso ho un cane che mi mette in difficoltà perchè non so come fare ad educarlo. Con i gatti era tutto più semplice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono entrambi magnifici e ci danno cose diverse

      Elimina
  6. Evviva i gatti e le gattare( ovviamente sono inclusa)!!!
    Hai letto il bel racconto di Giorgio Celli sul gatto di sua madre che ti ho mandato in un commento ad un tuo post?

    Ciao, buona giornata:)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si ho letto il racconto - bello e vero

      sono convinta che i gatti possano vedere l'altra dimensione

      Elimina
  7. curiosità! Ci sei anche tu nella foto? A proposito di gatti, ieri con mio figlio siamo andati alla premiazione di poesie in dialetto, la sua è stata pubblicata nel libro ed era proprio sulla nostra gatta... sono stati sempre compagni della mia vita, ciuffi un siamese trovatello che per pulirsi si lasciava tutti ciuffi di pelo dritti, pina da topina perché grigia, scarabocchio o bocchio che beccava come un uccellino quando mangiava, e proprio a lui per il compleanno regalammo un pesce con una candelina accesa sopra... con nostra sorpresa si bruciò i baffi poveretto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, non ci sono - le foto le ho fatte io - he he

      perchè non pubblichi la poesia di tuo figlio? - sarebbe bello

      Elimina
  8. Gatti di tutti i tipi, tutte le età, tutte le condizioni sociali, tutte le patologie...Stupendo! redcats

    RispondiElimina
  9. Non voglio più scrivere di quanto mi manchino i Gatti. Bella tavolata, complimenti per ciò che fate per i nostri Amici comuni.

    RispondiElimina