Pagine

venerdì 30 dicembre 2011

Fine anno con sorpresa

Ieri sera ho iniziato il libro che mi ha regalato mio figlio per natale. Sorrido mentre leggo per questa strana coincidenza con la lavatrice, anche se essendo una storia americana, si parla del reparto lavanderia in condominio. Il fatto è che la mia lavatrice dopo 10 anni ha deciso di lasciarmi proprio adesso.
E così mi ritrovo con una vasca da bagno piena di panni da lavare che alla fine stò portando pian piano alla lavanderia/asciugatrice sotto casa. Mi è costato per il momento 24 euro di panni ma almeno stò smaltendo gli arretrati. Spero che si possa aggiustare. Il cestello non gira più. La farò guardare da mio padre quando torna dal mare ... altrimenti pazienza. Anno nuovo, lavatrice nuova!!
BUON ANNO A TUTTI
Elisa

giovedì 29 dicembre 2011

Non ho parole...

Un italiano su 4 a rischio povertà

ECONOMIA I dati Istat: allarme per il 18,2 per cento dei residenti nel nostro Paese, mentre il 6,9 per cento si trova in condizioni di «grave deprivazione materiale». A rischio le famiglie monoreddito ...

Due righe sotto:

La Sicilia salva la doppia indennità

POLITICA Bocciato l'emendamento che voleva ridurre a un solo compenso quello percepito dagli assessori non eletti che sono anche parlamentari e ridurre la remunerazione da 14 mila a 4 mila euro...


IO DICO ma una tortorata sulla bocca a questi che hanno votato non sarebbe un segno civile di democrazia?!! E non si vergognano neppure... andiamo avanti così...   grrr...  e per fortuna che mi dovevo disintossicare. Ha ragione Mauro, meglio non leggere neanche più le notizie sui giornali... il mio sangue buono non gradisce il cambiamento... e nemmeno il mio fegato!! sigh!!

Anche se ragazze/i... i napoletani non si battono!! Troppoo fortiiii... nun se moriranno mai de fame!!:

CORRIERE DEL MEZZOGIORNO

Fermata la banda dei «ladri di mare»

CRONACHE Un barcone è stato bloccato dalla Guardia Costiera
al porto del Granatello di Portici: il gruppo criminale era intento
a prelevare 10mila litri d'acqua marina per rivenderli alle pescherie.

mercoledì 28 dicembre 2011

Dieta

Ho deciso di mettermi a dieta... e non di cibo come è ovvio pensare dopo le feste (anche perchè non ne ho abusato affatto!!) ma di informazioni.
Esattamente come ci sono cibi che sono indigesti o tossici e altri genuini e digeribili, ci sono notizie che non ho più il cuore di sopportare. Elimino quindi i tg dai miei programmi, dove ho contato la parola crisi detta quasi 30 volte e non sempre a valido motivo. Un'ansia da notizie si è impossessata del mio umore cambiandolo e deprimendolo. Per la mia stessa salute e sopravvivenza ho deciso quindi di fare una scrematura e non far entrare tutto. Seleziono la qualità e soprattutto evito quello che mi disturba o non serve proprio a niente.
A che serve sentire la parola crisi sulla bocca di persone che non sanno nemmeno di cosa stanno parlando. Io lo vedo da me come vanno le cose, dai negozi vuoti alla saracinesche abbassate 3 si ed una no in una via qualsiasi.
Meglio concentrarsi sul quotidiano e sopravvivere. Altrimenti questa marea di brutte notizie ti sommerge e ti soffoca e bisogna fare qualcosa per difendersi... Fanculo il 2011 e speriamo nel 2012!!
Quando mi sentirò abbastanza rasserenata allora forse reintegrerò qualcosina... ma per adesso, denada!!

Ho letto da poco la notizia di quell'auto quasi finita nel fiume a causa di un errore del navigatore (tom tom...!! mah... chissà perchè lo chiamano così) ... la famiglia è stata soccorsa ma sembra non sia stata la prima o ultima auto finita in impervie stradine di campagna segnalate dal gps di turno... he he... faccio bene io ad usare ancora il vecchio sistema, che funziona sempre. Mi fermo e chiedo informazioni!! Vuoi mettere!!... hi hi

A proposito di cose belle, il mio nipotino è proprio uno splendore!! Sarà l'aria di MIAMI...

giovedì 22 dicembre 2011

lunedì 19 dicembre 2011

PRIMA NEVE... e finalmente ho fatto il presepe e l'albero!!!

Stamattina andando a Fiuggi abbiamo trovato tutto imbiancato, non tantissima, ma abbastanza per fare atmosfera. Certo il paese è in salita e si andava a due allora ma la spruzzata di bianco su piante e tetti era proprio da atmosfera di Natale. Per fare qualche foto mi sono gelata i piedi nei miei stivali di città e per fortuna che in macchina ho messo il riscaldamento a palla...
I campi da golf e i prati erano tutti bianchi ma già con il sole caldo delle 9.00 stava sciogliendo la neve sugli alberi e grossi goccioloni cadevano dai rami. Bella sorpresa, speriamo solo che non nevichi ancora visto che sono rimasti solo 3 giorni di scuola eppoi tutti a casa (beati loro...).

Lo scorso anno sono rimasti bloccati in Convitto per la nevicata e hanno dovuto dormire a Fiuggi anzichè tornare a Roma... speriamo bene!!

Finalmente domenica ho fatto il presepe e l'albero e adesso casa è in atmosfera di natale con tante cosine appese e mi piace tanto rimanere a casa. Con le candele accese, poi, è tutta un'altra storia (ikea... hi hi).

Fantastica la torta di compleanno, dei compleanni anzi, mio e di mio figlio. Tanta frutta e fragole e more e mandorle... e panna e cioccolata. Slurp!!
Non abbiamo resistito ... doppia fetta!! he he
Il mio presepe ha dimensioni mignon, come la mia casa appunto... ma ci aggiungo un pezzo ogni anno e mi piace tanto. Anche con l'albero di natale faccio così e ormai in 20 anni credo di aver esaurito lo spazio disponibile. L'ultimo acquisto è stato il cavallino a dondolo di legno questa estate in alto adige, dove ho preso anche altre cosette di legno da appendere.

Peccato che la casa è troppo piccola per fare il pranzo di Natale, mi piace tanto la mia casa addobbata a festa.

Quest'anno sono così cotta che nemmeno ho fatto le palle di natale a decoupage, come gli altri anni. Mannaggia, mi devo accontentare di quello che ho fatto l'anno scorso.

Però ho rimediato tanti pezzettini di corteccia di albero e l'ho messa nel presepe. Fa scenario e sembra meno finto. Ci sono anche pigne, bacche, foglie di bosco e tanto tanto... amore.

giovedì 15 dicembre 2011

Tanti libri


Per il mio compleanno mi hanno regalato tanti libri, tra cui un classico che ancora non avevo letto, "Cime Tempestose".
Sò di farvi ridere ma in effetti credo di essermi persa un sacco di classici.

E adesso devo anche leggere di corsa due libri che mi hanno mandato della giuria letteraria, entro il 22 dicembre!!! Aiutooo...
Devo lasciare indietro il libro che ho preso in prestito in biblioteca, vabbè che deve rientrare entro il 5 gennaio, probabile che faccio in tempo!! he he

E ancora deve arrivare il Natale!!!

lunedì 12 dicembre 2011

Caro Babbo Natale...

si avvicina il Natale e mi piacerebbe tanto scrivere una letterina a Babbo Natale. Non chiederei serenità e felicità o altre menate che ho sempre chiesto, ma la realizzazione di un desiderio o un sogno. Qualcosa che è dentro il cassetto da tanto tempo ed è pieno di polvere, chissà se un giorno vedrà mai la luce. Certo un viaggio in Lapponia ad una freddolosa non è proprio da considerarsi, visto che non vado nemmeno sulla neve per fare la settimana bianca, ma le renne mi intrigano un casino!!! Andrei solo per vederle e guardare tutte le lucine e i folletti e le case di legno e ... vabbè pure Babbo Natale!!
Intanto a casa ancora non ho avuto il tempo di fare l'albero e il presepe!!
Quest'anno ho tradito la tradizione dell'8 dicembre. Vabbè... capita!!

venerdì 9 dicembre 2011

Un compleanno con sorpresa

Stamattina sveglio mio figlio con ..."alzati, presto, c'è un topino in cucina"!!!!

"A mà, ma che stai a dì... n'è vero!! Tanto nun'mè arzo!!!"

"Giuro ... dai corri ..."

TANTI AUGURI A TE...!!!
BUON COMPLEANNO

"...hai visto che c'era il topino!! E se non ti sbrigavi si mangiava tutta la torta"... he he

"Ciò 'na madre tutta matta!!!"

Buon compleanno, amore di mamma.
p.s.:  il topino però è mio - l'ho comprato ieri da Ikea a 1 euro!!

venerdì 2 dicembre 2011

Un week end lungo un sogno...

      
Sabato e domenica con un coupon di Groupon sono andata con la mia amica ele in un agriturismo sul lago di Vico. Bellissimo. Mai stata in un posto così carino. Abbiamo passeggiato e raccolto castagne e noci. Giocato con i cani, di cui uno bellissimo, un incrocio tra un pastore tedesco a pelo lungo e un setter. Un cane fantastico.
A dire il vero i cani erano 4 e tutti bellissimi.
Dolcissimi, perchè sono abituati a giocare con i bambini e quindi si sono fatti fare tutte le coccole del mondo. Che bello!!!
C'è anche un centro benessere all'aperto ma con questo freddo non era proprio il caso di fare il bagno con l'idromassaggio, ma abbiamo registrato per la prossima volta...

La signora ha un podere che si estende fino al lago. Con alberi magnifici. Castagni centenari e noccioli.
D'altronde questa è zona di nocchie.
 Abbiamo fatto merenda in un salone che era anche sala di lettura e mangiato dei biscotti buonissimi fatti nella loro pasticceria. La cena è stata meno entusiasmante, più che altro per le porzioni.

Io e la mia amica abbiamo fatto scambio culturale. Io gli insegnato a giocare a burraco (he he...) e lei mi ha insegnato a fare la maglia con i ferri.

A pranzo ci siamo fermati in un paesino e in un forno abbiamo mangiato i fiori di zucca con mozzarella e alici più buoni mai assaggiati. In quel posto a dire il vero era buono tutto, dal pane alla pizza, ai biscotti. Per fortuna che non abito lì vicino...

Il laboratorio di pasticceria è stato una vera tentazione. A colazione abbiamo assaggiato la cioccolata di nocciole fatta da loro, le marmellate, le torte e anche i panettoni con marroni e nocchie, o crema di nocciole. Crema di marroni e crostate. Tutto fatto in casa, da loro.
Vendono anche olio e confetture varie.
Così non ho resistito e ho comprato la crema di nocciole. D'altronde io adoro la nutella!! Il tutto alla modica somma di 40 euro!! Tanto che poi ci siamo fermate anche a pranzo e approfittato per passeggiare nei boschi vicini, dove abbiamo trovato e fotografato funghi, agrifoglio, pungitopo e muschio.

Ci hanno persino fregato il posto davanti al caminetto acceso. Per la cronaca era assegnato al nostro tavolo ma si sà che ci sono sempre i furbi che arrivano prima e fanno come gli pare!!










Mi sono portata anche un libro da finire da leggere, ma ho letto poche pagine. Invece ho avuto una rivelazione. Niente di mistico, solo che abituata a comprare le noci al negozio non avevo idea che in verità sull'albero avessero un involucro. Insomma le castagne vabbè, tra i disegnini di scuola e altro si sà fin da bambini. Ma la noce la disegnano senza involucro e io non lo sapevo. Per me è stata una sorpresa grandissima.   Ok, sono di nuovo scesa dalla montagna del sapone, ma mica è colpa mia!!!
      Colori autunnali da cartolina e calde sfumature ... Adoro l'autunno!!

giovedì 1 dicembre 2011

Caro papà...

"Ehhmmm... papà non è che per caso ti andrebbe di assemblare una cuccia per un cane di strada, è molto vecchio e tra un po' arriva il freddo e il gelo"...  "certo è un pastore tedesco quindi non tanto piccola..."

"...se mò devo costruì una cuccia cò tutto quello che ciò da fà!!"...

vabbè

______________

drinnnn - drinnn...
"pronto? Ciao pà."

"Senti ma stò cane abbandonato è un signor cane?!! Devi vede che cuccia che gliè stamo a fà..."
"ma daiiii... mitico... sei proprio forte"  ...
"Io e c.... gli abbiamo fatto un attico e superattico!!! - domani mattina vengo a casa tua e la porto"...

"Grande papà, grazie!! Io gli porto un piumino per farlo stare caldo!!!"

venerdì 25 novembre 2011

Mauro Corona

Mai letto un suo libro e sono felice di aver incontrato questo libro, che parla ovviamente di montagna e della gente della montagna, tante storie per tante emozioni.
Non solo le storie intorno al Vajont ma anche leggende e anedoti infantili. Il nocciolo duro del libro è una moralità semplice e aspra, che corrisponde al senso dell'onore, dove i vecchi maestri impartiscono vitali insegnamenti con antica sapienza. C'è quindi tutta la formazione-educazione infantile e adolescenziale, quando la vita era dura davvero e nessuno ti faceva sconti. I genitori facevano i genitori e non i tuoi migliori amici.
Questo libro mi ha commosso. Mai sentita tanta sensibilità in un uomo. Soprattutto tanto amore e tanto rispetto per la natura e il suo mondo.

Mai cucinata... ma perchè no?!!

tacchino ripieno[1]

Tacchino ripieno all’americana

Ogni Paese ha le sue tradizioni, ma se prenderne in prestito qualcuna, come il Thanksgiving americano (che si festeggia il terzo giovedì di novembre), vuol dire potersi gustare un piatto come questo, allora ben venga la moda fusion.
Una sola precisazione: gli americani durante questa ricorrenza usano mastodontici tacchini, che difficilmente potrebbero accordarsi con le nostre esigenze famigliari e le dimensioni dei nostri forni. Per questo io ho optato per una tacchinella di dimensioni normali. Visto che si tratta di un piatto calorico, niente primo. Eventualmente un dolce!

Ingredienti
1 tacchinella
100 gr di bacon
1 cipolla piccola
50 gr di burro
3 cucchiai di mais dolce
7 prugne secche senza nocciolo
5 fette di pancarré
1 tazzina da caffè di latte
Prezzemolo tritato
Olio
Sale
Pepe

ProcedimentoTritare nel mixer il bacon con la cipolla, mettere il tutto in una padella con il burro, il mais e le prugne e far rosolare. Fuori dal fuoco, aggiungere il pancarré tagliato a pezzetti, il latte, sale e pepe e il prezzemolo; mescolare bene e farcire l’interno della tacchinella dopo averla lavata. Cucire la tacchinella, metterla in una teglia unta d’olio, coprirla con alluminio e metterla a cuocere in forno a 180-200° per 1 ora e mezzo o 2. A cottura ultimata, togliere dal forno e porzionarla. Servire la carne accompagnata da una cucchiaiata di farcia.

giovedì 24 novembre 2011

parfum hot

Questo post è vietato ai minori di 18 anni per i suoi contenuti "piccanti", alle suore, ai bigotti e benpensanti in generale, e anche alle persone che si prendono sempre sul serio. Per fortuna i mie amici di blog non sono così, ma avverto per eventuali nuovi passaggi.
Stamattina ho fatto colazione prestissimo, alle 6.00 e come succede spesso mi riaddormento. Per fortuna oggi dovevo arrivare in ufficio alle 10.00 visto che stasera farò tardi e quindi no problem.
Sorrido pensando a che cavolo mi sono inventata stamattina, sarà effetto della crisi e meno male che non faccio la commerciante, visto che questa cosa sarebbe assolutamente illegale.
Insomma vengo assunta in una grande profumeria con tante ragazze come commesse (elegantemente vestite in tailleur blu e crema) e due uomini come principali. Molto chic devo dire e di gran classe. Forse mi ha influenzato il reparto profumeria della Coin in cui sono andata qualche giorno fa a fare dei regali. Comunque propongo delle migliorie varie (e non sò come mi sia venuto, visto che non ho mai fatto la commessa o lavorato nel commercio). Ad un certo punto visualizzo una stanza riccamente arredata di beige e bianco dove ci sono delle donne nude con al collo delle collane di perle abbastanza lunghe. Uomini di un certo livello (money... poichè la cosa non è gratis) possono accedere in quest'area per sentire direttamente il profumo sulla pelle delle ragazze e potendo così scegliere qualsiasi punto del corpo, dal collo al seno, al ventre o ai polsi. Possono così scegliere meglio il regalo per le loro donne. Ovviamente le ragazze per poter essere pronte per i clienti successivi, faranno una doccia ristoratrice per togliere passate tracce di profumi. Questa cosa mi sa un po di bordello ma in verità non sono previste prestazioni extra!!!
Che mi sono inventata!!!!... Una profumeria davvero particolare!! ... e farebbe anche un sacco di soldi...he he

mercoledì 23 novembre 2011

Grrrr...

Posso dire una cosa? C'è una cosa che odio di blogger!! Perchè quando rispondo mi deve sempre far fare il verifica parole da deficiente e perchè non si può visualizzare chi ti risponde sulla barra a destra, come si faceva con splinder?!! Accidenti... mi manca splinder un casino!

martedì 22 novembre 2011

Inquietante...

http://genio.virgilio.it/questions/voyager_smaschera_mario_monti_1863123186912/

Non vedo spesso Voyager ma questo video fa pensare...

Io credo che in verità abbiamo davvero poco da ridere. Tolto il problema imbarazzante di Berlusconi di fatto Monti è un suo uomo. Non è indipendente e libero come si pensa e comunque fa parte insieme agli altri, di una elite di ricchi che non possono risolvere i problemi del popolo perchè non li possono capire. Eppoi cosa dire dei Parlamentari che stanno ancora tutti lì come parassiti a rubare i soldi e le pensioni, invece di andare a casa!!!
Questa oligarchia non è finita e la democrazia è sempre più lontana, soprattutto non è vero che il popolo è sovrano.
Siamo ostaggio di questa gente e dei loro soldi e soprattutto dei gruppi che osteggiano iniziative che dovrebbero invece aiutarci. Il veto del pdl alla patrimoniale è vergognoso.
Ormai non ho più parole, sono stanca, tanto non serve a niente e noi non siamo in grado di fare nessuna rivoluzione! Non siamo francesi e soprattutto non sappiamo cosa sia l'orgoglio e il senso civile. Siamo egoisti attaccati alla pagnotta (che tanti non hanno più) e basta...

domenica 20 novembre 2011

mia sorella

Sono 15 giorni che prende antibiotici perchè deve essere operata - lista di urgerza - ha una ciste in bocca e gli esce pus da più di 2 settimane - non riesce a mangiare, è gonfia e dolorante.

Due giorni fa è andata in ospedale dal primario che gli ha detto di pazientare, ci sono altre urgenze in lista di attesa e lui deve partire per un convegno. Gli ha detto di prendere la penicillina.

Stamattina è andata al pronto soccorso dello stesso ospedale per essere ricoverata, ormai è allo stremo delle forze, il fegato è arrivato e lei pure. Invece l'hanno rimandata indietro con una nuova cura e la promessa che la chiamano ai primi di dicembre. Lei è così disperata che non parla più.

Quanto ti succede una cosa così, non ci sono parole. Non capisco cosa ci sia di urgenze prima di lei, visto che gli esce il pus da sotto la lingua e iosa e deve essere solo operata per far si che questo finisca.

Io non ho santi in paradiso, e non voglio chiedere favori. Forse potrei, forse no. Ma sento tanta rabbia

sabato 19 novembre 2011

Un sabato a Roma...

Stamattina ho visto una volpe morta sulla rampa che dal raccordo porta al centro. Ho pensato che fosse pericolosa per le moto e così ho chiamato la polizia stradale per avvisare di prenderla. In verità mi dispiace sempre vedere animali feriti sul bordo strada, e vorrei tanto che ci fosse un servizio che gli desse degna sepoltura. Comunque arrivata a Porta Maggiore, seconda sorpresa. Un incidente da paura tra due  tram, sono sollevati e fuori rotaie, quasi adagiati di lato. Speriamo non ci siano feriti. Stamattina ho prenotato una visita guidata con un gruppo e ho lasciato casa a mio figlio, così dorme meglio. La Chiesa dei Santi 4 coronati è un posto che volevo andare a vedere da tempo.

Un piccolo angolo che sembra fuori dal tempo. Una chiesa medievale del 1.200 con chiostro e un convento di suore di clausura. Dobbiamo dare un'offerta che mettiamo nella ruota di legno e entriamo nella piccola cappella privata della Torre, pregio del Vescovo che aveva deciso questo luogo a sua dimora. Bellissimi gli affreschi che raccontanto la storia   della conversione di Costantino e il passaggio del potere imperiale, nella tiara, il cavallo bianco e la cupola porpora e d'oro. Ovviamente è un falso storico come il ritrovamento del cosiddetto documento trovato nel medioevo per avvallare il potere temporale dei Papi, dove appunto l'Imperatore lasciava alla Chiesa il potere imperiale. Documento mai scritto da Costantino e comunque anche dopo la certezza della truffa nel rinascimento la Chiesa non ha mai ritrattato.  Il Chiostro di questa Chiesa è una piccola isola di pace e anche nella Chiesa vige la regola del silenzio.
All'ingresso del Convento ci sono ancora conservati, unico esempio al mondo credo, i calendari del tempo in affreschi al muro. Bellissimi. Che emozione questo passaggio nel passato e nella storia.
 A dire il vero è interessante anche la leggenda che lega il nome di questo posto, i coronati non sono reali ma santi, anzi martiri. Solo che si fa confusione sulle reliquie che nei tempi sono state venerate e mischiate. Di quattro soldati romani dichiaratisi cristiami e quindi uccisi e di 5 scalpellini che eseguirono una splendida statua del Re Sole per Diocleziano che li fece giustiziare quando si rifiutarono di onorare il dio pagano, perchè cristiani. Addirittura la Massoneria, racconta ancora un'altra storia. Gli scalpellini furono uccisi perchè destarono l'invidia degli altri artisti intorno a Diocleziano e nella commissione di una seconda statua furono accusati di lentezza e sacrilegio.

giovedì 17 novembre 2011

Santa Elisabetta

ore 8.03 ...sono già in macchina nel traffico... drinn drinn  (vabbe' il cellulare non fa proprio cosi') è mio papà: "Auguriii" (de chè) ... ah!! Oggi è santa Elisabetta d'Ungheria, è vero. E' il mio onomastico. Cavolo me ne ero dimenticata... Caro papà, meno male che si è ricordato lui!! A dire il vero è stato anche l'unico che si è ricordato... he he

La giornata in effetti è un po strana. Mentre attraverso l'incrocio verso il Colosseo, direzione Circo Massico, mi attraversa la strada un soldato romano con tanto di sella curule. Non finisco di sorridere che dalla parta opposta, sul marciapiede, vedo camminare un uomo tutto d'oro (quelli che stanno fermi e fanno le statue, per intenderci) ... he he

Poi alle due mi chiama mio figlio. Mai che dice: "ciao mà come stai"... vabbè ... Ma: "a mà che stai in ufficio, devi mandà un fax al convitto!" ..." me devi autorizzà ad andà alle giostre, sui calciinculo".
"Ma me stai a prende in giro?!! A 17 anni te devo autorizzà ad anna sue giostre!! " ... hi hi ... "eh si mà, altrimenti i tutor non mi autorizzano ad uscire"... he he ... vabbè

E la giornata ancora non è finita... Ah, il mio capo mi ha appena chiesto perchè non avessi chiuso a chiave la sala riunioni.
Grrrr... e che faccio l'usciere?!! Uffa!!
Saturno contro?

mercoledì 16 novembre 2011

Le rondini di Montecassino

Quando succede, mi meraviglio ancora. Parlo di quando incontri un libro e ti si apre un mondo. Dovrei dire che l'ho scelto io in Biblioteca, invece sono convinta che è stato lui a scegliere me. Questo libro di Helena Janeczek non è un caso. Mi porterà di nuovo ai nazisti e alla guerra, ma questo è un'altro libro sempre scritto da lei. Questo invece è sorprendente. Con sbalzi temporali tra passato e presente, narra le vicende di allora, la guerra, il bombardamento dell'abbazia di Montecassino, le conseguenze di ieri e di oggi.
Per il momento ho scoperto una cosa che ignoravo, ma forse perchè non sono ancora mai andata a vedere l'Abbazia (cosa che spero di fare più in là) e non ricordo di averlo mai letto o studiato. Trentamila morti, risucchiati nell'imbuto di quella valle, ragazzi giovani con tanti sogni. E tutti quei cimiteri: il cimitero polacco, il cimitero del Commonwealth, il cimitero tedesco a Caira, il cimitero francese a Venafro, il cimitero italiano a Mignano-Monte Lungo e il cimitero americano ad Anzio. Ecco io conoscevo solo quello di Anzio.
Soprattutto non sapevo che hanno combattutto anche soldati neozelandesi, canadesi, indiani, nepalesi, maori, algerini, brasiliani, nippo-hawaiani, senegalesi, ebrei dalla Palestina con la brigata Jewish e tanti altri soldati del mondo intero finiti in quel buco di fango che li ha inghiottiti. Sarà per questo che non è stata solo una guerra ma la seconda guerra mondiale?
Sul battaglione dei Maori c'è il racconto di un nonno sopravvissuto al nipote che arriva in Italia per presiedere ad una commemorazione.
O il racconto di un veterano del battaglione americano dei ragazzi del sud, Texas, Oklahoma... mandati al macello da un colonnello nordista, che invece protegge i ragazzi del nord in altre postazioni.
Insomma un libro che si legge tutto d'un fiato e io sono solo a metà...