Pagine

giovedì 14 novembre 2013

Un caldo incontro

... Una calda voce mi scuote dal mio torpore ... ormai completamente infreddolita. Gli chiedo anzichè il gelato promesso, di poter prendere qualcosa di caldo. Così ci avviamo verso il bar più vicino e ci sediamo ai tavolini davanti le vetrate che danno sulla via. Un uomo davvero piacevole e molto diverso da come me lo aspettavo. Certo il mio look da maschiacchio unisex mal si addice con il suo completo in giacca e cravatta, a saperlo avrei messo un talier con tacco 12. Così siamo proprio mal assortiti.
Cominciamo a parlare e raccontarci davanti le teiere fumanti e bellissime, quasi quasi faccio una foto.

Addirittura quasi 50 tipi di the' da poter sciegliere e credo di aver preso qualcosa tipo arancio e cannella. Io adoro la cannella e sento  il suo  profumo penetrare nelle mie narici.
Ci raccontiamo del lavoro, di mio figlio, dei suoi figli e della compagna e insomma è stato come cercare di riannodare dei fili invisibili che ci hanno legato nei mesi e nelle cose che ci siamo scritti. Una conferma delle tante cose raccontateci e purtroppo anche la voglia di dire altro ma il tempo a disposizione era per entrambi tiranno e ci siamo dovuti salutare.
A lui va il merito del menu di una cena speciale di cui avevo particolare riguardo e cura, cosa di cui gliene sono ancora grata (...malgrado abbia fatto poco di quello che mi ha consigliato, ad onor del vero). Ma lui cucina più di me e credo sia anche più bravo. Magari sarà l'argomento del nostro prossimo incontro...

18 commenti:

  1. Risposte
    1. il bastone può essere molto utile ... in diversi frangenti! E comunque trattasi di dettaglio non rilevante :-)

      Elimina
  2. Che bell'incontro...lascia presagire un piacevole proseguo!!

    P.S.
    Adoro il tè servito nei piccoli egoist!
    Uomo di classe o tua scelta...?

    RispondiElimina
  3. Sono curioso di conoscere il seguito. Forse davanti un caffé, la prossima volta? Un amichevole abbraccio.

    RispondiElimina
  4. mmmm....tutto bello, ma quell'accenno alla sua "compagna" mi lascia perplessa circa i prossimi eventuali incontri. Attenta alle delusioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. giusto, stai molto attenta, mi raccomando :-)

      Elimina
    2. veramente non l'ho incontrato per quel motivo Kate... ciao cara

      Elimina
    3. diamine, che delusione :-(

      :-) :-) :-)

      Elimina
  5. :-) :-) un piacevolissimo incontro :-) Son contenta :-) Oh no..non credo che eravate mal assortiti :-) Affatto..e lo si legge da tante piccole sfumature dietro le parole..quelle scritte e quelle che..beh..verranno scritte :-) Bel post! :-) PS: lo sai che ha una collezione di bastoni? Con quale bastone s'è presentato ;-) ? Un abbraccione cara! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bastone di legno scuro con fodera di pelle nera sul manico.
      Credo che questa sia la versione invernale...
      Tu hai conosciuto quella estiva, vero?

      Elimina
    2. se non la smettete trovo un ottimo impiego per la mia intera collezione, e senza preoccuparmi se si dovessero rovinare :-)

      Elimina
    3. Elisa: uhhh bastone di legno scuro con fodera di pelle nera???Molto Dandy davvero..eh bravo Old...Ahimè io l'ho visto con un semplice bastone logoro estivo,di quelli di legno leggero,un pò consunto,niente fodera e pure scricchiolante..
      Old: guarda..se proprio non sai che fare con la tua collezione...bastone dandy nero a parte..io quasi quasi te li chiederei per far un albero di natale ricicloso..eh..che dici? O...tu intendevi un altro "ottimo" impiego "alternativo"? ;-) (Elisa: ;-) )

      Elimina
  6. Non è facile incontrare realmente persone conosciute per mesi solo attraverso la scrittura, è uno svelarsi difficile. Molto bello il vostro incontro che risulta caloroso proprio come un'amichevole tazza di tè. ^_^

    RispondiElimina
  7. Ciao, allora non è stata una delusione!!!!!
    Baci

    RispondiElimina