Pagine

mercoledì 12 ottobre 2016

Una felice lettura



Quando incontro un libro che è in grado di farmi innamorare del piacere della lettura stessa, sono strafelice. Ecco questo libro mi ha fatto entrare dentro il suo mondo magico fatto di lettere, queste sconosciute che forse ci mancano e forse no ma che in fondo erano le antenate dei blog... ebbene un libro delizioso che invito davvero a leggere per una pausa di evasione e anche perchè no, innamorarci ancora di un libro... buona lettura, Elisa
 

IL CLUB DELLE LETTERE SEGRETE

Può una lettera cambiare il mondo? Forse no, ma può cambiare la vita di un piccolo paese. Porvenir è un piccolo paese spagnolo dove tutti si conoscono e la vita scorre lentamente e senza particolari cambiamenti. Ma c’è un problema: nessuno scrive o riceve più lettere. L’ufficio postale verrà presto chiuso e la postina Sara dovrà trasferirsi in città insieme ai suoi tre figli. La sua amica Rosa non riesce ad accettare di perdere quella che per lei è sempre stata come una figlia e decide di fare un ultimo tentativo: formare “una catena di parole talmente lunga da arrivare fino in città, e talmente forte che nessuno la potrà spezzare”.
Ogni lettera è una finestra sulla vita di un nuovo personaggio, i suoi pensieri più intimi, i suoi desideri, i suoi problemi. E ogni lettera sarà una tessera in grado di scatenare l’effetto domino, di innestare un cambiamento, di trasformare Povernir e soprattutto la vita di chi la leggerà.
In un periodo in cui le uniche lettere che riceviamo sono le bollette e le comunicazioni, anche se scritte e più o meno lunghe, avvengono in tempo reale, le catene di lettere mi fanno pensare alle catene di cartoline della mia pre-adolescenza, a qualcosa di altri tempi. Invece no: pur non rifiutando la modernità – Sara e Rodolfo, due dei personaggi principali comunicano prevalentemente via chat – Il club delle lettere segrete è un omaggio all’arte di scrivere le lettere, questa forma narrativa tutta particolare a metà strada fra il diario, la confessione e il racconto. Uno strumento antichissimo, fragile e potente che dovremmo preservare. Le lettere non sono un semplice mezzo di comunicazione o un esercizio di scrittura, bensì “scampoli di vita” che vanno trattati con rispetto, in grado di trasmettere emozioni, dare conforto nei momenti di tristezza, esprimere amore.

21 commenti:

  1. La mia lista dei desideri è lunga ma lo aggiungo lo stesso. Prima o poi lo leggerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...allora buona lettura futura

      Elimina
    2. fammi sapere... sono curiosa

      Elimina
    3. Ci ho messo una vita a finirlo ma non perchè non mi sia piaciuto. E' stata una lettura piacevole ma forse ho scelto il momento sbagliato, troppe cose da fare e andando a letto troppo tardi riuscivo a leggere solo poche pagine per volta. La cosa che mi ha più emozionato sono state le 39 lettere di Rodolfo.... magari riceverne qualcuna così.
      Grazie per il consiglio. Ho tanta nostalgia del blog di qualche anno fa, ora è tutto falsato dai social che richiedono risposte lampo e annientano la riflessione, che poi è la chiave della lettura e della scrittura.
      Buon 2017!

      Elimina
  2. Concordo pienamente riguardo al valore intrinseco di una lettera e quindi sono sicura che questo libro sia nelle mie corde, prendo nota....benchè dopo una splendida estate che mi ha dato modo di ritrovare il tempo di darmi alla mia amata lettura, con il rientro mi trovo già al palo, avrei già pronte tante cose da leggere, ma il tempo.....uffà la lettura deve essere un piacere no un'incubo!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche a me capita di stare al palo ma poi rientrare nel piacere della lettura è sempre una cosa bellissima ...mi da un piacere grande e anche un senso di me come tornare alla mia natura e al senso di pace e serenità che solo un bel libro ci può regalare

      Elimina
  3. E' proprio il mio tempo contrariamente a Laura io non riesco a leggere in estate e comunque non al di fuori delle mia lettura da sempre fatta alla sera a letto al lumicino con marito che dorme ed io mi perdo nei libro che sto leggendo alle volte spengo alle 2.
    Buona fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io la sera ci provo ma praticamente mi fa da sonnifero... dopo 3 4 pagine...dormo

      Elimina
  4. una volta la moda di scrivere lettere era in voga e se non sapevi scrivere ci si appoggiava, dettando, a qualcuno che ne era capace.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che bella emozione ricevere una lettera

      Elimina
  5. Deve essere molto bello, l'argomento è interessante e assolutamente condivisibile. Anche a me mancano le vecchie, buone lettere :-)
    ... e poi tu entusiasta... è già una garanzia ;-)
    www.wolfghost.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh grazie Wolf... sono emozionataa!!

      Elimina
    2. Bé, quando un libro o un film non ti piace... non lo mandi certo a dire!! :-D Di conseguenza si può essere sicuri che non fai recensioni "buoniste", tanto per farle. E una recensione entusiasta certamente i suoi buoni motivi li deve avere! ;-)
      www.wolfghost.com

      Elimina
  6. Ma che bella questa recensione! Mi hai convinto subito, ho già segnato titolo e autore nella mia wish list.
    Ti abbraccio, buona serata.

    RispondiElimina
  7. Dev'essere proprio un bel libro! Io da ragazza amavo scrivere lettere, e anche adesso mi piace scrivere mail. Un po' meno piacciono al mio o alla mia corrispondente, perchè sono sempre piuttosto prolissa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se vuoi anche il blog è come scrivere una lettera, a volte si fanno confessioni a volta ci si sfoga a volta si parla con se stessi e ci si racconta... anche se la magia della carta è ineguagliabile

      Elimina
  8. Ciao, passo per un saluto e per ringraziarti di essere sempre presente sul mio blog!!!
    P.S.- Lo dico piano, piano.....mi sto impegnando nella lettura, finalmente!!! ho trovato dei libri che mi hanno preso e magari....mescolando il risotto riesco ad andare avanti!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora buona lettura... e grazie a te che cucini divinamente!!!
      P.S.: IERI SERA ho fatto un aperitivo storico alle case romane del Celio - Ho mangiato un pollo cotto con il miele, il cumino, il coriandolo e le prugne da essere buono da morire... magari ti faccio venire un'idea

      Elimina
    2. Prendo nota e mi piacerebbe averlo mangiato, non ho dubbi sulla sua bontà visti gli ingredienti!!!
      Il pollo lo cucino spesso e sono sempre alla ricerca di sapori nuovi, non potevi essere più in sintonia, grazie!!!
      Baci

      Elimina