Pagine

giovedì 3 dicembre 2015

Canti di Natale nelle scuole

Questa cosa dei canti di natale mi sta snervando. Meno male che mio figlio è grande e che è vissuto in un epoca scolastica in cui le recite si facevano ed erano occasione di piacere per i genitori e i bambini. Io credo che negare i canti di natale sia una vera e propria violenza che si fa ai bambini in nome di una rinuncia che non ha senso. Io non parlo di presepe ma proprio del vivere il Natale nella cultura occidentale in cui c'è anche Babbo natale che credo sia abbastanza laico. Io dico solo che in America dove ci sono religioni e culture e etnie diverse si fanno i canti di natale in tutte le scuole da sempre e si firma un foglio se si vuole aderire altrimenti non si partecipa. Democratico e libero senza seghe mentali. Proteggere e tutelare il patrimonio culturale occidentale stà diventando una specie di peccato capitale. Il buonsenso a quando?

18 commenti:

  1. Mai! Le seghe mentali sono una proprietà specifica dell'italiano medio.

    RispondiElimina
  2. In generale non comprendo questo rinnegare delle tradizioni non perchè non ci piacciano più o perchè le si consideri antiquate, ma per il timore di offendere chi, ospite, ha tradizioni diverse. E questo anche nel caso che l'ospite non ci chieda di rinunciarci... Puro masochismo intellettuale

    RispondiElimina
  3. noi non siamo gli americani, dobbiamo sempre distinguerci e farci ridere dietro... persino dagli islamici che non ci chiedo nemmeno loro di comportarci così... da idioti

    RispondiElimina
  4. Sarebbe equo se nei paesi di altre religioni, in presenza di immigrati sospendessero ogni manifestazione cultural-tradizionale. Ma dato che così non è e neppure i giapponesi in presenza di svariate organizzazioni internazionali cessano la mattanza delle balene... non vedo proprio perchè dovremmo rinunciare a festeggiare il Natale... MAH !!!

    RispondiElimina
  5. attualmente natale m'interessa davvero poco. ma da bambino era una festa e lo ricordo come un periodo di grandi aspettative, magia e felicità. credo sia una bella tradizione e non vedo motivo per rinunciarvi. buon giorno

    RispondiElimina
  6. Se non altro i vostri commenti mi rincuorano.
    Riflettevo sul fatto che noi siamo emotivamente affezzionati come dice Antonio ai nostri ricordi, il nostro passato, la nostra cultura.
    Vietare, negare, imporre altre cose a noi sconosciute sono una vera violenza che non dovrebbe essere fatta in nome di nessuna minoranza e meno che mai con la parola rispetto

    RispondiElimina
  7. Ciao Elisa, qui in Francia è ancora peggio e nelle scuole, nei comuni ed in altri luoghi pubblici non si fà più il presepe per non "offendere" altre credenze religiose. Io sono ateo ma non mi offendo se qualcuno di qualsiasi credenza religiosa volesse fare l'espozizione di una propria rappresentazione, non mi darebbe assolutamente fastidio. A proposito qui si contesta il presepio o l'albero, ma poi, alla fine, tutti prendono il premio di Natale (il denaro, oltre a non avere odore, non ha neanche religione).
    Tanti cari auguri di buon Natale e felice anno nuovo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questa cosa che mi dici è terribile. Mi domando perchè. I nostri bambini privati della loro cultura e tradizione. Saranno in balia del niente... che cosa grave.

      Elimina
  8. I canti di Natale non li ho mai sopportati :-D Ma la mia è una scelta personale, scelta che ognuno dovrebbe essere libero di fare. Proibirli per motivazioni del genere è davvero stupido. Ma ormai non mi sorprendo più di nulla...
    www.wolfghost.com

    RispondiElimina
  9. Passo per lasciarti un augurio di felice, o almeno sereno, 2016: di questi tempi ne abbiamo tutti bisogno ;-)
    www.wolfghost.com

    RispondiElimina
  10. Concordo pienamente con il tuo pensiero e trovo assolutamente demenziali certe prese di posizioni.
    Ho sempre amato le tradizioni in genere e in particolare la magica atmosfera del Natale, dove il Presepe convive benissimo con Babbo Natale, anche se ultimamente avevo un pò lasciato perdere. Ora con un bimbo piccolo il Natale ha ritrovato tutto il suo fascino e diventa mezzo di tanti insegnamenti, primo tra tutti il tramandare la nostra cultura e tradizione.
    Tantissimi auguri per un sereno e felice Anno Nuovo!!!

    RispondiElimina
  11. il non festeggiare il Natale nelle nostre scuole non ha senso è RAZZISMO al contrario... io la chiamo stupidità

    RispondiElimina
  12. Tantissimi auguri per uno splendido anno nuovo e spero di leggerti presto!!!
    Baci

    RispondiElimina
  13. ... ti è arrivato un canetto in famiglia? :-)

    www.wolfghost.com

    RispondiElimina