Pagine

lunedì 24 marzo 2014

Museo D'Orsay al Vittoriano

Capolavori dal Museo d'Orsay di Parigi al Complesso del Vittoriano, Roma: Gauguin, Monet, Degas, Sisley, Pissarro, Van Gogh, Manet, Corot, Seurat... dice la presentazione.
Una cacata di mostra dico io, che quasi mi dispiace scriverne.
Il solito specchietto per creduloni. Come se davvero i francesi ci dessero in prestito i loro capovalori. Si e no c'erano 5-6 quadri che si salvavano e il resto tutte croste ... una noia mortale. 
Noi abbiamo Musei meravigliosi come la GNAM dove ci sono quadri dell'impressionismo a iosa e bellissimi e la gente fa la fila per vedere due micragnosi quadri dei francesi.
Io ho visto mostre molto più belle a Roma, tipo De Nittis  e insomma veramente per 3 sale di quadri 9 euro mi sembra solo un furto. Ho visto di meglio senza ombra di dubbio.
 







C'erano due o tre Monet che non avevo mai visto, e uno che conoscevo.

E un quadro che invece mi ha incantato. "La lezione di catechismo" di Meunier.
In viso di quel prete. Sembrava una foto, non un quadro.

In compenso ho visitato il Museo in completa solitudine. Eravamo solo in due, io e la figlia di una mia collega. Bellissimo. Abbiamo goduto dell'assoluto silenzio e la libertà di poter stare davanti ad un quadro quanto volevamo senza ansia alcuna.
Ecco questo invece non ha prezzo.
 Ovviamente ho comprato i segnalibri.

In ricordo di ogni mostra che vado a vedere. Ormai il cassetto trasborda ma è una cara abitudine che non lascio e  negli anni ho accumulato un numero davvero impressionante di segnalibri.

Spesso li abbino con l'argomento del libro che stò leggendo.



Questo vista la varietà e quantità me lo posso permettere.


18 commenti:

  1. Confermo ... la mostra può essere interessante per avere una idea della pittura francese di fine '800, ma ovviamente i francesi si sono guardati bene dallo spogliare le sale del Museo D'Orsay dei suoi capolavori (giustamente direi ... io mi incxxxzerei se andassi fino a Parigi e non trovassi la Chiesa blu di Van Gogh o I giocatori di carte di Cezanna). Ci sono alcuni dipinti che comunque meritano, ma se avessi pagato il biglietto (io l'ho visitato approfittando di un evento gratuito) sarei rimasto estremamente deluso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. avevo duecento persone davanti quando sono andata per la visita gratuita
      per questo ho preferito pagare
      almeno ho avuto il museo tutto per me ... :)

      Elimina
  2. Pensavo di andare, ma userò quei 9 euro per fare altro se è così...
    Ciao.

    RispondiElimina
  3. Sai mi piacerebbe andare a vedere i musei, le mostre e tutto ciò che è arte, ma purtroppo mi è complicato farlo, mi accontento di vedere e leggere i tuoi post, che trovo interessanti, baci a presto.

    RispondiElimina
  4. I miei musei preferiti sono tutti un po' atipici: scienza e tecnica, storia naturale, musei ferroviari... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco... io adoro i musei ferroviari... infatti prima o poi vorrei andare a vedere quello di Napoli

      Elimina
  5. L'altro giono ho visto in extremis Modigliani e i Pittori Maledetti, mi è piaciuta tantissimo.
    Qui non ci andrò, se le cose stanno così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo! Quella di Modigliani era una mostra molto, molto, molto ben fatta! Tanto di cappello agli organizzatori!

      Elimina
  6. Concordo con i giudizi precedenti, una vera delusione. L'ho vista pagando regolarmente e il museo era anche pieno! Molto molto più bella "Gemme dell'impressionismo" che ho visto all'Ara Pacis.

    RispondiElimina
  7. Prendo nota e se ad ottobre riusciamo ad andare a Roma, andrò a visitare il museo, ma non l'esposizione, visto che al Louvre se ne vedono ad iosa di meravigliosi. Ciao ed a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ok. E' vicino allo zoo di villa borghese ...

      Elimina
  8. Ho dimenticato di dirti che anche mia moglie acquista sempre i segnalibri, ma poi li usa per qualche regalino simpatico ai nostri amici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. qualche volta lo faccio anche io :) - ciao

      Elimina
  9. Peccato, mi allettava... E' capitato anche con la mostra di Manet: 6 o7 veramente stupendi, gli altri così così e neanche suoi.

    RispondiElimina
  10. .. e perché non hai visto Gli impressionisti (collezioni private) al Museo dell'Ara Pacis... quella si una cosa ridicola...

    RispondiElimina
  11. Ciao, sto cercando una stampa di "La lezione di catechismo" di Meunier, non l'ho trovata al museo, sapete dove posso cercarla? Grazie!! Annalisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NON LO TROVERAI MAI PERCHE' IL DIPINTO E' DI GIUSEPPE COSTANTINI UN ITALIANO.

      Elimina
    2. Davvero? Ma io ho fotografato la targhetta

      Elimina